Press "Enter" to skip to content

Cosa s’intende per tv spazzatura?

Guardare la televisione oggi è tutt’altro che un qualcosa di rilassante e distensivo, anche questo settore ha fatto una corsa sfrenata verso la sua saturazione, ed oggi tutti gli spazi di una qualsiasi emittente televisiva sono occupati, fino all’ultimo minuto disponibile; non c’è un attimo di pausa, ed all’interno di qualsiasi programma ci sono ‘bombardamenti pubblicitari’ di ogni genere che vengono ‘sparati’ nel cervello di chi guarda la tv. E’ diventato davvero difficile riuscire a rilassarsi guardando la tv, non è più come una volta, e bisogna ammettere che la qualità dei programmi è scesa moltissimo, tanto che oggi si parla di tv spazzatura, che in certi casi nuoce o è addirittura diseducativa per i più giovani.

Tanto per cominciare, le interruzioni pubblicitarie oggi vengono fatte con una frequenza almeno 10 volte superiore rispetto a quella di una trentina di anni fa; un tempo, quando alla tv davano un bel film, si sapeva che c’era il primo blocco di spot pubblicitari a film appena iniziato (per tenere lo spettatore in ansia), poi ne arrivava un altro (breve) dopo una mezz’oretta, poi un altro ancora (lungo) tra il primo ed il secondo tempo del film, e poi un ultimo break (breve) verso la metà del secondo tempo. Oggi invece ci sono blocchi pubblicitari della durata di 6/7 minuti ogni 15 minuti di film, un vero strazio!

Alla gente piacciono i programmi di basso livello culturale

Secondo alcune indagini condotte dagli esperti di settore, alla gente piace vedere in tv cose divertenti, non eccessivamente impegnative, diciamo pure frivole, che riescano per qualche attimo a distrarre da quelli che sono i problemi e lo stress della routine quotidiana; questa tipologia di programmi di intrattenimento sono stati pensati e creati proprio per questo motivo, permettere alla gente di staccare la spina dalla realtà e lasciarsi trasportare dalla banalità dei contenuti che la tv propina quotidianamente.

E’ anche vero che quando uno torna a casa dopo una lunga ed intensa giornata di lavoro ha solo voglia di fare una bella doccia e disconnettersi dal mondo reale anche perché, una volta rientrati in casa, c’è sicuramente da preparare la cena, mettere in ordine, correggere i compiti ai figli (ovemai ce ne fossero)…tutte attività che oggi si fanno con la tv accesa, e non per seguire magari un programma culturale o educativo, anzi; telenovelas, serie di telefilms, programmi di intrattenimento, salotti di gossip, sono questi i programmi che l’utente medio cerca, e la tv di oggi ne offre un ventaglio molto ampio.

I programmi più seguiti dalle masse

Amici, C’è Posta per Te, Uomini e Donne, Pomeriggio 5, La Vita in Diretta, tanto per fare alcuni esempi, sono programmi che da anni fanno parte dei palinsesti delle emittenti che li trasmettono, e potete scommettere che lo saranno ancora per molto tempo, perchè lo spettatore medio è attratto in modo viscerale da questi programmi, e più tempo passa più non potrà fare a meno di seguirli, di lasciarsi lobotomizzare completamente.

Sinceramente non si capisce come si possa fare a lasciarsi ipnotizzare da questo tipo di trasmissioni, ma purtroppo è così, le persone sono letteralmente ‘drogate’ dalla tv spazzatura. Oggi si possono contare sulle dita i programmi televisivi che non rientrano in questa fascia di ‘mediocrità’, e sono quelli di carattere educativo, di apprendimento scientifico, documentari e dossier, è questa la tipologia di programmi di cui si avrebbe maggiormente bisogno oggi, a cosa serve guardare una puntata dell’Isola dei Famosi, se poi tra i concorrenti c’è qualche vip che non è neppure in grado di azzeccare un congiuntivo o un condizionale, e magari bestemmia pure?

I pericoli nascosti della tv spazzatura

Forse potrebbe sembrare un po’ eccessivo parlare di ‘pericoli nascosti’ all’interno di questo tipo di programmi spazzatura, ma riflettendo bene è proprio così; facciamo un esempio a caso, ed analizziamo meglio… cosa potrà mai apprendere lo spettatore guardando programmi come Grande Fratello o L’Isola dei Famosi piuttosto che Quark o un qualsiasi documentario di Nat Geo Wild? La risposta giusta è: un bel niente! Ma purtroppo nessuno lo ammetterà mai perché per tutti le cose stanno bene così, e si continuerà a propinare alle masse queste trasmissioni ancora per molto tempo.

Non ci scandalizziamo se poi in giro vediamo giovani completamente despistati e privi di qualsiasi interesse, non ci meravigliamo se chiediamo chi è il presidente della Repubblica e ci viene risposto ‘Berlusconi’, o addirittura ‘Cossiga’; addirittura ci sono giovani che, intervistati da alcuni giornalisti per strada, alla domanda ‘cosa vuoi fare da grande’ hanno risposto: ‘partecipare al Grande Fratello’, o anche ‘essere il tronista ad Uomini e Donne’…questi sono i problemi che crea la tv spazzatura, ogni commento è superfluo.