Press "Enter" to skip to content

Perché dovresti riciclare?

Di ogni 100 kg di spazzatura, solo il 70% viene raccolto, più di 30mila tonnellate al giorno arrivano a burroni, fiumi e terre desolate, diventando inquinanti e fonti di infezione. La maggior parte dei rifiuti è riutilizzabile e riciclabile, il problema è che quando vengono mescolati diventano rifiuti.

In media, una famiglia genera spazzatura mensile composta da carta, cartone, vetro, metallo, plastica e rifiuti di controllo sanitario. Se impari a separarlo correttamente, possiamo controllarli ed evitare problemi successivi. Separando correttamente i nostri rifiuti prima che diventino rifiuti, è possibile ridurre l’80% dello spazio totale che occupa.

Un atto di responsabilità

Per essere in grado di iniziare con questo processo è importante capire cosa è “riciclare”. Il riciclaggio è il processo attraverso il quale i rifiuti vengono riutilizzati e mira a recuperare, direttamente o indirettamente, i componenti che contengono rifiuti urbani.

L’importanza di farlo è che può aiutarci a risolvere molti dei problemi creati dal modo di vivere moderno. Grandi quantità di risorse naturali non rinnovabili possono essere risparmiate quando i materiali riciclati vengono utilizzati nei processi di produzione. Anche le risorse rinnovabili, come gli alberi, possono essere salvate. L’uso di prodotti riciclati riduce il consumo di energia. Quando vengono consumati meno combustibili fossili, verrà generata meno CO2 e quindi ci saranno meno piogge acide e l’effetto serra sarà ridotto.

Nell’aspetto finanziario, possiamo dire che il riciclaggio può generare molti posti di lavoro. È necessaria una grande forza lavoro per raccogliere i materiali adatti al riciclaggio e alla loro classificazione. Un buon processo di riciclaggio è in grado digenerare reddito

La più grande categoria di riciclaggio è la plastica, utilizzata per la produzione di prodotti di uso quotidiano, come contenitori per bevande, giocattoli e mobili.

Raccolta

Separazione, in casa, dei rifiuti in due gruppi di base: rifiuti organici da un lato e rifiuti inorganici dall’altro; nel sacco dei rifiuti organici andrebbero i resti di cibo, giardino e nell’altro sacchetto metalli, legno, plastica, vetro, alluminio. Queste due borse saranno collocate su strade pubbliche e saranno raccolte in modo differenziato, consentendo loro di essere incanalate verso le loro rispettive forme di trattamento.

Centro di riciclaggio

I rifiuti di plastica immagazzinati all’esterno vengono ricevuti qui. Esistono limitazioni per lo stoccaggio prolungato in queste condizioni, poiché la radiazione ultravioletta può influire sulla struttura del materiale, motivo per cui si consiglia di non esporre il materiale per più di tre mesi.

Classificazione

Dopo la ricezione, la classificazione dei prodotti viene effettuata per tipo di plastica e colore. Anche se questo può essere fatto manualmente, sono state sviluppate tecnologie di classificazione automatica, che vengono utilizzate nei paesi sviluppati. Questo processo è facilitato se c’è una consegna diversa di questo materiale, che potrebbe essere fatto con il supporto e la promozione da parte dei comuni.

Aiutiamo il pianeta riciclando e separando correttamente la spazzatura!